Chirurgia Intima

La chirurgia intima ai genitali è un’operazione di chirurgia plastica ricostruttiva che mira a modificare la forma dei genitali femminili sia interni che esterni.

Raccoglie una serie di quattro operazioni che hanno l’obiettivo di migliorare l’aspetto sia estetico che funzionale di un apparato genitale.

Le quattro operazioni di chirurgia plastica intima sono l’ipertrofia delle piccole labbra, la labioplastica, la vaginoplastica e l’imenoplastica.

La labioplastica che si esegue per ipertrofia delle piccole labbra è l’intervento più comune, dura 30 minuti circa, riduce le piccole labbra e viene eseguito in anestesia locale in day hospital.
Non è raro che una donna si senta a disagio per un eccesso di volume delle piccole labbra e desideri intimamente di migliorare questo aspetto per avere una più serena vita di relazione e di coppia.È talvolta necessaria anche per esiti di pregressi interventi ginecologici che hanno determinato una certa asimmetria.

La zona trattata, a conclusione dell’operazione, presenterà una piccola invisibile cicatrice e un piccolo gonfiore che tendera a scomparire nell’arco di una settimana. si consiglia di non avere rapporti intimi prima di 15-30 giorni.

La plastica della vulva riguarda invece la rimozione del tessuto adiposo in eccesso in corrispondenza del pube e delle grandi labbra. O al contrario un adeguato aumento del tessuto adiposo, qualora si sia assottigliato.
Si tratta di un’operazione rapida di lipoaspirazione che dura meno di un’ora in day hospital ed anestesia locale. Oppure di un lipofilling di tali aree, con prelievo del tessuto adiposo da zone in cui è in eccesso

La vaginoplastica mira invece a ritonificare i muscoli della vagina ed è un’operazione di chirurgia plastica di ringiovanimento della vagina che dura un’ora circa e viene effettuata in anestesia locale. È eseguibile anche con laser co2 frazionato che determina una rimucosizzazione della vagina e ridona tonicità e una migliore lubrificazione della vagina. Quest’ultimo trattamento è consigliato in casi di secchezza vaginale post menopausale.

L’Imenoplastica infine è un’operazione di rivirgination che ricostruisce un’imene lacerato rimodellandone la membrana.

Un’operazione di imenoplastica dura al massimo un’ora ed è eseguita in anestesia locale in day hospital.

A conclusione dell’operazione è opportuno astenersi dall’attività sessuale per circa 40 giorni.
La Dottoressa Lo Russo può aiutarti per tutte queste tipologie di interventi perchè è specializzata in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica a Firenze dal 2002 ed ha maturato un’esperienza pluridecennale che le ha consentito di:

  1. Operare come Chirurgo Plastico che collabora con i chirurghi ginecologi.
  2. Entrare nel gruppo multidisciplinare che cura i disturbi di identità di genere.
  3. Partecipare ad attività, ricerche e sperimentazioni nei vari campi della chirurgia plastica dai biomateriali al lipofilling.

Quando scegliere questo tipi tipi di interventi di chirurgia plastica dei genitali femminili

Queste operazioni di vaginoplastica, plastica della vulva, labioplastica ed imenoplastica a Firenze sono consigliati in caso di:

  • malformazione naturale congenita dei genitali;
  • compromissione dei genitali per parti naturali, traumi e precedenti interventi;
  • disagi vissuti dal punto di vista estetico che possono incidere a livello personale o sociale.

Condividi