Il rimodellamento corporeo attraverso una liposuzione dolce

Giulia Lo Russo Chirurgia Estetica Leave a Comment

Il rimodellamento corporeo attraverso una liposuzione dolce: il sistema body-jet esaudisce il sogno di correggere un’ adiposità localizzata e contemporaneamente migliorare una altra parte del corpo

Restiamo ancora sul tema della chirurgia estetica rigenerativa e delle potenzialità del grasso del nostro corpo parlando di un sistema innovativo che permette di effettuare una liposuzione dolce ed il successivo utilizzo del grasso prelevato per realizzare aumenti volumetrici del seno, dei glutei, del volto o laddove ve ne fosse bisogno.

Tale sistema messo a punto dall’industria farmaceutica tedesca prende il nome di body-jet e la sua valenza è oramai riconosciuta in tutti i Centri che si occupano di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica.

Entriamo nei dettagli spiegando le innovazioni che questo macchinario apporta alla tecnica di prelievo del grasso e del suo eventuale riutilizzo.

La liposuzione tradizionale, con un gesto meccanico e ripetitivo mediante cannule aspiranti, asporta il tessuto adiposo con un meccanismo determinato dalla forza meccanica. Il sistema bodyjet invece rappresenta un’innovazione in quanto attua un prelievo del grasso creando la frammentazione del tessuto tramite un dolce getto d’acqua che permette di conservare le strutture vascolari, nervose e cellulari. Le aree sottoposte a liposuzione saranno così meno soggette a lividi e traumatismi e il tessuto adiposo prelevato meno danneggiato. Il grasso ottenuto sarà ottimo per essere iniettato in altre sedi.

Di cosa si avvale questo sistema per realizzare la “liposuzione dolce”?

La risposta è racchiusa in un’unica parola: idrodissezione.

Il prelievo del grasso avviene, infatti, mediante un getto d’acqua regolabile, capace di determinare l’idrodissezione della zona trattata, in assenza di danno cellulare. Il getto dolce di acqua disgrega i lobuli adiposi consentendone contemporaneamente l’aspirazione e la preservazione dell’integrità e determina, inoltre, minore morbilità del sito donatore con conseguente riduzione dei tempi di guarigione. La possibilità, infine, di utilizzare un circuito chiuso nella fase di prelievo del grasso permettere di ottenere il miglior tessuto adiposo in termini di quantità, sterilità e vitalità da reinnestare.

Il tessuto adiposo ottenuto con questa tecnica come e dove può essere collocato?

Il grasso prelevato, vitale ed anche ricco di cellule staminali, potrà essere iniettato, mediante piccole cannule, nelle zone del corpo dove si desideri ottenere un aumento volumetrico permanente e una rigenerazione tissutale. Le mammelle e i glutei sono sicuramente le regioni del corpo che possono maggiormente giovare di un trattamento di questo tipo. Sarà possibile, infatti, raggiungere il volume desiderato in modo assolutamente naturale, senza l’utilizzo di protesi e senza il rischio di complicanze da estrusione e/o da corpo estraneo. Nel ringiovanimento facciale è una metodica di prima scelta poiché permette la reintegrazione dei volumi (aree zigomatiche, solchi nasogenieni, labbra, solchi sottopalpebrali) e data la presenza di una grande componente rigenerativa di cellule staminali conferisce un aspetto generale del volto ringiovanito, fresco e luminoso.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *