Tossina Botulinica

Quando ridi, corrughi la fronte, ti accigli, contrai i muscoli facciali. Nel tempo questa contrazione ripetuta produce rughe permanenti, specialmente intorno agli occhi, tra le sopracciglia e sulla fronte. Queste rughe possono farti sembrare meno giovane, triste, arrabbiata o stanca. La tossina botulinica di tipo A, già utilizzata da altri specialisti per curare patologie oculari , vescicali, neurologiche, è stata una grandissima scoperta nel campo della medicina estetica, poiché in mani esperte ha il potere di attenuare, prevenire e talvolta annullare le rughe della porzione superiore del volto, riducendo così moltissimo l’indicazione agli interventi più invasivi di ringiovanimento.
L’effetto deve essere più naturale possibile, dare un’aria di freschezza e uno sguardo disteso. Mai bloccato o innaturale. Per ottenere questo risultato è necessaria una discreta esperienza e una ottima conoscenza dell’anatomia dei muscoli del volto, nonché, come sempre in medicina e chirurgia estetica, una buona dose di senso estetico e della simmetria

La tossina botulinica deriva dal batterio Clostridium Botulinum ed è una neurotossina termolabile che agisce con efficacia sulle rughe d’espressione, dette dinamiche, impedendo il rilascio dell’acetilcolina.

L’acetilcolina è una sostanza che trasmette gli impulsi al muscolo. Quando viene bloccata impedisce ai muscoli del volto di muoversi e di determinare la comparsa di rughe frontali, sguardi accigliati e zampe di gallina.
Per un piccolo sollevamento della punta del naso si può utilizzare il botox, il quale bloccando il muscolo depressore della punta del naso determina un visibile sollevamento della stessa.
La tossina botulinica, inoltre, ha ottime indicazioni anche nell’iperidrosi (eccessiva sudorazione) di mani piedi e ascelle.

Quando scegliere questo tipo di intervento di medicina estetica per ridurre le rughe del viso

Le iniezioni di botulino a Firenze, in Toscana sono particolarmente indicati per:

  • uomini e donne che vogliono ridurre le rughe frontali, le rughe glabellari (tra le sopracciglia) ed intorno agli occhi, eccetto donne in gravidanza, allattamento o persone con patologie neuromuscolari;
  • omini e donne che soffrono di un eccessiva sudorazione.

Condividi